Dottor Neri Nutrizionista a Bologna

CELL:391/4973965  MAIL:info@drneri.it       Via G.MARCONI n°9 e Via EMILIA PONENTE 129/D 
Papaya: proprietà benefiche e controindicazioni

Papaya: proprietà benefiche e controindicazioni

Papaya: tutti i segreti del frutto esotico

Nuovo appuntamento nel mondo della frutta, con un approfondimento nel mondo esotico della Papaya, un frutto che sempre più sta prendendo piede nella nostra alimentazione e che ci aiuta ogni giorno con le sue proprietà.

La papaya è un piccolo albero originario delle regioni tropicali e subtropicali. Questo albero raggiunge difficilmente l’altezza di dieci metri, assestandosi in genere tra i dieci e i tre metri di altezza. Questo albero ricorda all’aspetto molto le palme ed è diffuso nelle zone del Brasile nell’area settentrionali, Florida, India, Indonesia e Sri Lanka.

Chiaramente quando si parla di papaya il pensiero va subito al suo frutto estremamente caratteristico e facile da ricordare. Il frutto è infatti costituito da una grossa bacca di forma ovoidale che in casi estremi può arrivare a pesare fino anche a 10 kg. Il frutto maturo si riconosce per la sua buccia che varia dal verde al giallo più intenso, mentre all’interno la polpa è di un arancio molto profondo.

Al centro del frutto una mucillagine ricopre i semi della pianta che sono piccoli e neri. Ogni frutto ne può contenere centinaia al suo interno.

Queste dimensioni e la sua natura estremamente succosa, l’hanno reso un frutto apprezzato in tutto il mondo. Questo frutto tropicale infatti con il tempo si è diffuso in tutto il mondo, arrivando anche da noi, dove si è tentata anche la coltivazione. Questa papaya italiana risulta meno dolce e saporita di quella originale, ma rappresenta un’ottima alternativa.

In questo articolo approfondiremo tutti i dettagli di questo frutto esotico. Vedremo i benefici della papaya e le sue proprietà utili per il nostro corpo e la nostra salute. Infine vedremo insieme alcuni impieghi della papaya, principalmente in cucina, e gli eventuali effetti collaterali dovuti a un suo abuso.

Papaya: storia e origini

Prima di addentrarci tra le proprietà della papaya e i suoi utilizzi nella nostra cucina e in quella mondiale, ci sembra opportuno fare una breve introduzione storica. I benefici della papaya infatti sono noti da tantissimo tempo e in questo caso per rintracciare le sue origini dobbiamo recarci, figurativamente, dal popolo Maya.

La papaya cresceva spontanea nelle zone dell’attuale Messico e centro America, proprio i luoghi in cui il popolo Maya la faceva da padrone. Qui la pianta era nominata “albero della vita”, a riprova di quanto le proprietà della papaya fossero già apprezzate in antichità.

Le popolazioni locali furono tra le prime a coltivare questo frutto, selezionandone una varietà più dolce e intensa, portandoci oggi a un prodotto eccezionale per il nostro palato.

Con l’arrivo degli esploratori e conquistatori europei, insieme ai tanti altri frutti e alimenti che abbiamo importato dalle Americhe, abbiamo preso anche la Papaya. I semi sono stati trasportati dai portoghesi e dagli spagnoli in giro per il mondo, consentendo agli impieghi della Papaya di diffondersi ovunque.

Papaya: benefici e proprietà nutrizionali

Come abbiamo visto la storia della papaya è abbastanza semplice ed è simile a quella di tantissima altra frutta e verdura che noi europei abbiamo conosciuto solo grazie alla scoperta dell’America. Adesso però ci concentriamo sulle proprietà della papaya e i suoi benefici.

Innanzitutto partiamo vedendo molto in breve una tabella di tutti i valori di questo frutto, espressi in rapporto a 100 grammi di parte edibile:

  • Acqua 89.30 grammi
  • Carboidrati 6.90 grammi
  • Fibre 2.30 grammi
  • Proteine 0.40 grammi
  • Grassi 0.10 grammi
  • Potassio 140 mg
  • Vitamina C 60 mg
  • Fosforo 16 mg
  • Ferro 0,50 mg
  • Calcio 28 mg

Già da questa semplice tabella che vediamo qui sopra, è chiaro come il frutto della papaya sia un fonte importante di sali minerali, ma soprattutto di vitamine. In particolare la proprietà della papaya più importante è sicuramente la sua dose di vitamina C molto elevata, che rappresenta circa il 66% del fabbisogno giornaliero.

Tutto ciò si tramuta in tantissimi benefici per la nostra salute che vedremo a breve

Benefici sulla salute

Abbiamo dunque visto al storia e le proprietà della papaya, che ci hanno permesso di conoscere al meglio la natura di questo spettacolare frutto esotico. Adesso vedremo come gli impieghi della papaya possono aiutare il nostro corpo e la nostra salute.

Tra i benefici della papaya troviamo:

  • Azione antiossidante. La presenza così elevata di vitamina C, ma anche di flavonoidi e carotenoidi, rendono la papaya un frutto dalle spiccate proprietà antiossidanti. Questa capacità permette al nostro corpo di combattere l’invecchiamento cellulare, una delle principali cause all’origine di patologie più o meno gravi.
  • Azione digestiva. La papaina è una delle sostanze principali della papaya. Questa sostanza è in grado di favorire la produzione di succhi gastrici e dunque favorire una digestione più rapida. Tra i benefici della papaya c’è dunque la possibilità di essere impiegata in casi di digestione lenta o dopo pasti eccessivamente abbondanti.

Papaya: come usarla in cucina

Abbiamo dunque visto fino a questo punto ogni aspetto di questo frutto. Le proprietà della papaya, i suoi benefici e come ci aiuta a livello fisico. Adesso ci concentriamo sugli impieghi delle papaya, o in altre parole: come si mangia?

Sebbene la cucina mondiale ogni giorno ci proponga sempre più piatti e mille modi di consumare uno stesso alimento, quando si tratta di frutta, l’idea migliore è sempre una: mangiarla cruda. Tra gli impieghi della papaya sicuramente quello di mangiarla al naturale e al primo posto.

Oltre questo si può mangiare anche cotta, o come base di conserve, marmellate, ma anche di liquori. Infine anche in forma di centrifughe o spremute.

Papaya: controindicazioni

In conclusione parliamo degli effetti collaterali della papaya. Come sempre, quando si parla di frutta, a meno di conclamate allergie o intolleranze, non esistono delle vere e proprie controindicazioni.

Tuttavia, alcune sostanze in essa contenute, possono essere controindicate in particolari soggetti. L’assunzione di abbondante papaina in particolare è sconsigliata per le donne in gravidanza, a causa dei suoi possibili effetti tossici sul feto.

La dieta del DNA, Attraverso l'analisi dei principali geni, cosa è la Dieta del DNA? La dieta del DNA o dieta nutrigenomica è una dieta che si basa sulle caratteristiche del DNA individuale e sulle iterazioni del cibo con il genoma dell’individuo. La dieta del DNA è una dieta personale che si basa sulle capacità DNA e delle mutazioni di questo, per trascrivere o meno degli enzimi utili. Con un’analisi mirata del DNA possiamo scoprire a quali cibi siamo più “intolleranti” a livello genetico DNA
Qual è la differenza tra le diete standard e una dieta personalizzata? E quale è la migliore? E soprattutto è meglio a una dieta personalizzata o è sufficiente affidarsi a diete generiche magari Scopri le diete
Avevo 20 Kili di troppo, ero sempre stanca e fare le scale era diventato un problema… adesso tutto questo è diventato solo un ricordo.. consiglio caldamente il dott Neri.. mi ha seguito bene... testomonials
Trovere ricette di tutti i tipi: ricette dietetiche, ricette per diete, ricette ipocaloriche, ricette classiche, ricette senza zucchero, ricette vegetariane, ricette vegane, ricette a bassi lipidi e r ricette

Nostri Servizi

Nutrizionista Bologna, Dietologo, Diet Coach

COMPILA IL MODULO, PER INFORMAZIONI E PRENOTARE UN APPUNTAMENTO

Studio Dottor Neri, P.I.03522951205, Iscrizione ordine Biologi:074611. Copyright Dottor Neri-Nutrizionista a Bologna © 2005-2021 Tutti i diritti riservati

Zoe Web SolutionsRealizzazione Sito Web e Posizionamento sui Motori di Ricerca powered by Zoe Web Agency - Friends